Oscar Pomilio Forum

Kathleen Kennedy Townsend, erede della celebre dinastia americana, Ginger Lew, advisor della Casa Bianca, Nils Ole Oermann, esperto di etica economica, sono alcuni dei relatori internazionali che dal 2012 a oggi sono intervenuti di fronte al pubblico dell’Oscar Pomilio Forum. Dedicato al fondatore di Pomilio Blumm, Oscar Pomilio, il Forum riunisce ogni anno nella suggestiva cornice dell’ex Aurum pensatori ed esponenti di diverse culture e discipline – dall’economia alla giustizia, dalla scienza all’arte, la religione, la filosofia – intorno al tema trasversale dell’etica. Obiettivo: rintracciare le radici morali del vivere comune come tessuto connettivo per un nuovo sviluppo consapevole ed umano.

ICS – International Communication Summit

‘ICS Pomilio Blumm Summit è un contenitore culturale, patrocinato da Confindustria Assafrica & Mediterraneo, dalla più grande università d’Europa, la “Sapienza” di Roma, l’Osservatorio di Pavia, l’Associazione Italiana della Comunicazione Pubblica ed Istituzionale, la Blumm Academy. Un laboratorio di approfondimento specialistico su innovazioni e tendenze della comunicazione a livello nazionale e internazionale in cui punti di vista e idee si confrontano per cercare stimoli culturali capaci di disegnare una nuova “specie” di comunicazione. Giunto alla terza edizione, ICS è oggi, al contempo, un evento di respiro internazionale, un magazine dedicato alle tematiche più significative del settore e una newsletter, impegnata a monitorare in tempo reale i cambiamenti più immediati dello scenario economico, sociale e culturale della comunicazione.

http://www.icspomilio.com

Blumm Prize

Esplorare nuovi linguaggi attraverso lo sguardo avanguardista dell’arte l’obiettivo di Blumm Prize, premio internazionale per i giovani talenti dell’arte, della fotografia e della letteratura, invitati a esprimersi sui valori fondanti del rapporto cittadino-Istituzioni

50 anni di idee

Cura per il prodotto. Creatività. Visione d’insieme. Ma soprattutto, grandi idee. Il Made in Italy è soprattutto questo. Dal Dopoguerra in poi è stato il passaporto dell’imprenditoria italiana nel mondo, diventando un benchmark inconfondibile e inimitabile. Un cammino che Pomilio Blumm, in cinquant’anni di attività, ha percorso insieme al Paese. E alle sue migliori forze.

New

Cura per il prodotto. Creatività. Visione d’insieme. Ma soprattutto, grandi idee. Il Made in Italy è soprattutto questo. Dal Dopoguerra in poi è stato il passaporto dell’imprenditoria italiana nel mondo, diventando un benchmark inconfondibile e inimitabile. Un cammino che Pomilio Blumm, in cinquant’anni di attività, ha percorso insieme al Paese. E alle sue migliori forze.

Factory

“Levis ponderis Aurum”: così Gabriele D’Annunzio, il “vate” abruzzese, definì il liquore dorato all’arancia prodotto dagli inizi del 900 a Pescara, coniandone il nome. Se la storia industriale dell’Abruzzo è legata all’Aurum, la storia dell’Aurum è legata alla famiglia Pomilio, che ne avviò la produzione, e in particolare ad Amedeo, che negli anni ’30 incaricò il celebre architetto Giovanni Michelucci di progettare e realizzare il nuovo stabilimento a ferro di cavallo all’interno della antica Pineta Dannunziana. La stessa struttura che oggi, rinnovata e restaurata, è divenuta un suggestivo spazio espositivo e convegnistico di rilevanza internazionale: “Fabbrica delle Idee”, in onore della sua vocazione creativa. La stessa che contraddistingue ancora oggi la famiglia che ne accompagnò la nascita.